Spedizioni marittime: FCL e LCL

Quando si decide di movimentare via mare una fornitura di merce è necessario considerare la modalità da utilizzare in base alle caratteristiche della spedizione. Se il volume della merce è sufficiente a riempire un container completo non ci saranno dubbi. Qualora il quantitativo fosse minore, invece, occorre verificare quale sia la soluzione più conveniente in termini sia economici sia di tempo. 

 

 

L’acronimo FCL (Full Container Load) indica un carico completo avente un unico speditore e, di norma, un destinatario unico. Con LCL (Less than Container Load), invece, si indica una spedizione in cui vari speditori inviano merce nella stessa destinazione, ognuno con destinatario finale differente. Quest’ultima tipologia di spedizione è anche detta “groupage”.

 

 

 

FCL: quando conviene?

“Full Container Load” non significa necessariamente che il container verrà caricato al massimo della portata e della capacità per poter essere spedito. In alcuni casi è più conveniente spedire un container caricato a metà piuttosto che organizzare una spedizione in groupage. Se la merce da spedire riempie almeno il 50% del container la soluzione migliore è valutare con il proprio spedizioniere di fiducia il costo di entrambe le opzioni; il risultato potrebbe essere a favore del container completo. In questo caso si avrebbero anche ulteriori vantaggi, quali la possibilità di gestire lo spazio nel container in base alle esigenze del caricatore, garantendo un maggiore controllo di tutte le fasi del trasporto. Inoltre, utilizzando questa tipologia di spedizione è possibile ottimizzare i tempi di consegna, in quanto si evitano le frequenti attese necessarie ai vari groupage per riempire e svuotare il container. Per contro, il riempimento del container completo è sempre totalmente a cura dello speditore, mentre in caso di spedizione in groupage la responsabilità del riempimento è in capo al vettore (o al consolidatore).

 

LCL: particolari cautele

La figura professionale dello spedizioniere che si occupa di raggruppare le spedizioni in groupage e di organizzare la partenza del container è detta “consolidatore”. Quando si affida la propria merce a un consolidatore è di fondamentale importanza utilizzare imballaggi adeguati al viaggio che prevede la vicinanza a merce di altri speditori con potenziale rischio di compromettere l’integrità del resto del carico. La contiguità di merci di varia natura ed eventuali imballaggi inadeguati, infatti, potrebbero mettere a rischio il perfetto stato in cui la merce si trovava al momento del ritiro, creando disservizi e disagi che devono assolutamente essere evitati. E’ pertanto necessario, per spedire in sicurezza, evitare imballaggi leggeri o fragili e cercare di raggruppare i cartoni in pallet in modo da evitare che durante la movimentazione del carico nelle varie tappe del viaggio qualcosa possa andare perduto. Sarà cura e responsabilità del consolidatore, inoltre, evitare che merci incompatibili tra loro vengano posizionate nel container in modo attiguo. Alcuni particolari tipi di sostanze chimiche, per esempio, non potranno viaggiare accanto a merci a rischio di contaminazione, ma dovranno invece seguire la normativa per il trasporto di merci pericolose e, se necessario, essere segregate in appositi spazi.

Servizi Aereoportuali Sardi s.r.l. - via Roma, 121 - 09124 - Cagliari - P.iva 02521180923 - C.F. 00982750911 - Copyright © 2014. All Rights Reserved.